San Giovanni in Persiceto

Biolca: una birra a misura d’uomo

Postato il

di Michele Clementel – Birrificio Vecchia Orsa

Per artigiani di birra come noi “senza terra” produrre bio vuol dire acquistare malti e luppoli bio. Infatti il processo di produzione di una birra artigianale bio o di una artigianale convenzionale è identico.
Si può quindi confermare che il grande salto è fra la birra industriale e l’artigianale mentre il “piccolo” salto è fra artigianale e artigianale biologica. Piccolo ma non troppo considerate le difficoltà di reperimento di alcune materie prime bio, le ottemperanze della certificazione, solo per citarne alcune.
Fin dal 2010, come Birrificio Vecchia Orsa, su richiesta dei GAS avevamo sviluppato una birra prodotta con malti biologici non certificata ed è stato quindi naturale nel 2013, passato il terremoto e con il nuovo impianto di San Giovanni in Persiceto (BO) costruire con Alce Nero un percorso di certificazione del birrificio e di una birra bio.
Nasce così la Biolca, prima birra biologica certificata in Emilia Romagna, una Golden Ale chiara e poco alcolica. Nasce semplice e comprensibile nel senso più letterale dei termini.
Il nome delle nostre birre è sempre collegati alla loro storia e nell’etichetta si può leggere: “Quando il tempo e il lavoro erano a misura d’uomo ed il terreno forniva sano nutrimento, l’unità di misura della terra era la Biolca, la quantità di terreno che un contadino poteva arare con un paio di buoi in una giornata”.
Una misura relativa, diversa tra pianura e montagna, fra terreno sassoso e sabbioso perché legata alla capacità di lavoro e non solo alla cordella metrica. Era questo il nome che cercavamo per la nostra birra.
Inizialmente imbottigliata da 66 cl. ora è disponibile in un formato da 33 cl. e in fusto.
Ripensata l’etichetta  che sottolinea la fierezza del lavoro e la lotta contadina tipicamente emiliana.

Annunci

ARKA 8.16 e ORsA D’ARIA: quando birra fa rima con solidarietà e sociale

Postato il Aggiornato il

di Michele  Clementel

11059590_924621810894718_390395712682732981_n

Quando il 24 agosto i notiziari ci hanno svegliato con la terribile notizia del Terremoto in Centro Italia, anche il nostro cuore ha cominciato a tremare: abbiamo risentito sotto i piedi quei lunghissimi secondi in cui la terra sembra scapparti sotto i piedi.

Grazie ad UNIONBIRRAI, il popolo dei birrai artigianali il 13 settembre si è dato appuntamento al Birrificio Vecchia Orsa di San Giovanni in Persiceto – BO (che tanto aveva ricevuto dalla solidarietà post terremoto dell’Emilia del 2012) per creare una memorabile Golden Ale caratterizzata dalla freschezza e dall’aroma del luppolo modenese appena raccolto.

Si chiama ARKA 8.16 la birra artigianale dedicata ai terremotati del centro Italia il cui ricavato sarà devoluto per progetti di ricostruzioni finanziati dalla Regione Emilia Romagna nel Comune di Montegallo.

“La birra di per sé è un prodotto che crea solidarietà, che unisce le persone, – dice Simone Monetti, direttore operativo di UnionBirrai – perciò è uno degli ambiti in cui fare qualcosa per gli altri diventa più semplice”.

Proseguendo nell’onda delle collaborazioni solidali e sociali, lo scorso 11 ottobre l’amicizia tra Birrificio Vecchia Orsa e Birra Vale la Pena è diventata concreta con la cotta di una nuova birra, una Tripel che lascia l’impronta!

Questa la ricetta tutta speciale…

Prendete un’associazione no profit (Semi di Libertà ONLUS) ed il suo progetto Birra Vale la Pena dove detenuti ammessi al lavoro esterno, provenienti dal Carcere romano di Rebibbia, vengono formati ed avviati all’inclusione professionale nella filiera della birra (http://www.valelapena.it).

Prendete una cooperativa sociale (FattoriAbilità Onlus) che attraverso la produzione della Birra Vecchia Orsa rende concreto il proprio sogno di creare un contesto lavorativo in cui inserire persone svantaggiate come reale elemento produttivo (www.vecchiaorsa.it).

Prendete al volo il desiderio di collaborazione che da tempo unisce questi due birrifici con un’anima fortemente sociale…

E poi vabbè prendete acqua, orzo, luppolo, lievito e miscelate il tutto…

Da questa cotta speciale è nata ORsA D’ARIA, una birra unica, dal doppio retrogusto sociale… altro che doppio malto!

Info evento di presentazione di ORsA D’ARIA su FB: vecchiaorsabirrificio

MOSLEBÒN ti aspetta…..

Postato il

A San Giovanni in Persiceto, dal 18 al 25 maggio 2015
http://www.moslebon.com/

Layout 1

All’erboristeria San Giovanni GIORNATA TRUCCO BIO, con Couleur Cramel

Postato il Aggiornato il

erboristeriaSGiovanniMaquillage Experience con il make-up professionale ecodermocompatibile.

Volete scoprire le tendenze make up della stagione? Oppure semplicemente avere qualche consiglio mirato da un esperto make up artist? Prenota la tua seduta make up il 21/03/2015 presso Erboristeria San Giovanni Corso Italia 112 – San Giovanni in Persiceto (BO) Tel. 051/6871732. Astuzie, consigli e spunti per tutte coloro che desiderano un look personalizzato. Prendi appuntamento con la bellezza !

Couleur Cramel è una linea di maquillage trattante ed innovativo, che unisce ingredienti naturali e il meglio delle biotecnologie nel rispetto della qualità, dell’ambiente, dei rapporti umani e degli animali per un confort senza eguali. Più che un insieme di semplici prodotti cosmetici, il nostro maquillage si posiziona al top delle performance, unico per risultato, tenuta e fashion.

La sua produzione, italo/francese, risponde a un codice etico molto rigoroso, che privilegia composizioni provenienti dal commercio equosolidale e dall’agricoltura Biologica.

Oltre alla qualità dei prodotti, il packaging, gli espositori e gli imballi sono stati concepiti con materiali facili da riciclare.

Il futuro dell’alta cosmesi è bio con Couleur Caramel!