Eco abitare

VIVERE SOSTENIBILE a Bologna luglio e agosto

Postato il Aggiornato il

Il numero estivo di VIVERE SOSTENIBILE ci racconta di ozio, sì ma creativo, di progetti e di vacanze ecologiche, consapevoli, di scelte sostenibili, di ricette fresche e a impatto zero, di condivisione, di riscoperte di luoghi vicini immersi nel verde che pochi conoscono, anche se sono a pochi passi dal centro città. E allora torniamo a stupirci, a rilassarci per davvero, a leggiamo, a camminare, a curare le piante in modo naturale, a scoprire quello che madre terra ci dona, sempre in abbondanza!
Buona lettura e buona estate.

 

Per ricevere GRATUITAMENTE via email il pdf del mensile Vivere Sostenibile scrivi a info@viveresostenibile.net, saremo felice di tenerti aggiornato.

Il numero di Aprile di Vivere Sostenibile

Postato il Aggiornato il

Un aprile sostenibile è un aprile in cui ci si dedica all’orto! Ecco lo speciale che dedichiamo questo mese all’approccio naturale al proprio balcone, orto o giardino, con bellissimi esempi sul territorio da andare a visitare, mai dimenticandoci del nostro benessere e della vita sana che possiamo darci.

Buona lettura del numero di Aprile di Vivere Sostenibile a Bologna!

Per ricevere GRATUITAMENTE via email il pdf del mensile Vivere Sostenibile scrivi a info@viveresostenibile.net, saremo felice di tenerti aggiornato.

Sboccia la primavera con VIVERE SOSTENIBILE!

Postato il

Vivere Sostenibile a Bologna marzo 2017 n. 37

VS-LUGLIO-AGOSTO-2015bis

Fiori, sorrisi, letture, appuntamenti, passeggiate, fotografie… tante le suggestioni per questo numero di Marzo di VIVERE SOSTENIBILE a Bologna! Scelte alimentari, ma anche per l’arredamento, che siano in linea con l’ambiente e la bellezza, che sempre bene fa. All’interno lo speciale BIO COSMESI e BAMBINO NATURALE, con consigli, ricette di autoproduzione e di accorgimenti utili per noi e per i nostri piccoli. Tra le novità: il primo dei Libri di VIVERE SOSTENIBILE, una collana per lettori “speciali”. E’ “La sostenibile leggerezza del viaggio” guida-diario per un turismo sostenibile, di Eliana Lazzareschi Belloni, edito da Impressioni Grafiche. Buona lettura, quindi, e buon inizio primavera!

Per sfogliarlo gratuitamente on line basta clikkare sull’immagine a fianco, Buona lettura!

Per ricevere ogni mese il pdf di VIVERE SOSTENIBILE a Bologna gratuitamente, scrivi a info@viveresostenibile.net

Gennaio 2017, inizia l’anno con Vivere Sostenibile a Bologna

Postato il Aggiornato il

VS-LUGLIO-AGOSTO-2015bisEcco arrivato il nuovo anno, proposte e idee per viverlo al meglio, per permetterci di creare un ambiente più protetto, in cui crescere, ma in modo misurato, ascoltando chi, come José Pepe Mujica, di cambiamenti ne ha fatti! Lo abbiamo incontrato e intervistato per voi. Anno nuovo, Vita nuova! E uno speciale “4 zampe e 1 becco” per spunti speciali per i nostri amici animali.
Buona lettura!

Per ricevere ogni mese gratuitamente il numero in pdf, scrivi a info@viveresostenibile.net

Clikka sulla copertina per sfogliare gratuitamente il numero di gennaio di VIVERE SOSTENIBILE a Bologna.

Riscopriamo la gioia del Natale

Postato il Aggiornato il

A cura di Roberto e Charlotte di Casa Nordica

 

dreamstime_8573361Visitare Sus a Helsingør per Natale era uno dei motivi per cui mi piaceva vivere in Danimarca. Era come entrare in un mondo fatato dove si era fermato il tempo. Sus dedica – e così fanno tanti scandinavi – almeno 1 mese per la preparazione del Natale.

Il risultato era un sogno: bastava passare davanti alla sua vecchia casina delle bambole per provare calore e gioia anche se fuori faceva -4°. Le finestre erano decorate con tradizionali rametti di pino intrecciati e dai vetri si intravedeva una miriade di candele e decorazioni. Quando poi entravi un mondo fatto di profumi e calore ti inebriava…

Il tavolaccio in quercia imbandito di torte a più livelli, i ripiani della cucina pieni di dolci tipici appena sfornati sulle alzatine… Il tutto decorato a festa col calore del caminetto e della tradizionale stufa danese in ghisa. I profumi si rincorrevano: quello del gløgg (tipo vin brulè) con le sue spezie, dove arancio e cannella ti inebriava, seguito dal profumo dei biscotti allo zenzero e da tutte le altre leccornie.

Il cuore della casa era la bellissima corona dell’Avvento decorata con 4 candele. Si accendeva una candela in più ogni Domenica e la sua fiamma scandiva un tempo lieto e tranquillo.

Sentivo che il significato vero del Natale era lì davanti a me. E i danesi lo sanno bene: il passare in un mondo incantato e senza fretta le domeniche dell’Avvento ed il Natale insieme a famiglia e amici. E basta. Tv, cellulari e tecnologia erano un sacrilegio, ma l’effetto era così magico e bello che non lo scorderò mai.

Per questo ci mettiamo anima e corpo per riproporre questa magia a Casa Nordica: recuperare vecchie tradizioni del Nord per ritrovare valori importanti come affetto, amicizia e gioia di stare insieme.

Le candele decorate dell’avvento per esempio scandiscono il conto alla rovescia per il Natale. La caraffa per il gløgg (vin brulé) con la candela riscaldante è un omaggio a bei momenti da passare in compagnia. Le nostre decorazioni natalizie sono sempre originali ed esaltano l’artigianalità e l’uso di materiali come il legno, il vetro e le candele, dove la manualità intrinseca e l’atmosfera ti trasportano in un piccolo mondo magico.

I regali per il tuo benessere e quello dei tuoi cari non mancano, abbiamo le bottiglie vibrazionali per l’acqua Flaska, anche nella versione per cane e gatto, cuscini naturali ed i piumini veramente danesi, il tutto condito dai profumi purificanti Lampe Berger e l’atmosfera delle nostre stufe originali scandinave.

Vi aspettiamo a Casa Nordica in Via Roma, 63 a Granarolo dell’Emilia (BO).

Layout 1

I letti a soppalco regolabili di Cinius

Postato il

rising_up1Desideri sfruttare la camera da letto in tutta la sua altezza ma non vuoi affrontare i costosi e complicati interventi di muratura?
Con i letti a soppalco di Cinius tutto ciò diventa molto più semplice!
Nato per chi ha l’esigenza di ottimizzare al massimo lo spazio disponibile, il Letto a Soppalco Rising va oltre la semplice razionalizzazione degli spazi: essendo regolabile in altezza elettricamente, si ha libero accesso alla zona sottostante il letto quando questo è sollevato.
Le colonne vanno dal pavimento al soffitto, pertanto il Letto a Soppalco Rising è posizionabile in qualsiasi punto della stanza.
In legno massello di faggio lamellare, viene realizzato sempre su misura.
Il Letto a Soppalco Rising è ideale per gli ambienti con soffitti alti meno di 310cm (in caso contrario, si consiglia il “Letto a Soppalco Yen”).
Come supporto per il materasso vengono utilizzati i Tatami, con il vantaggio di:
– essere calpestabili;
– essere altamente traspiranti;
– fornire un notevole isolamento termoacustico;
– essere facili da pulire;
– rendere più semplice il rincalzo delle lenzuola.
Consigliamo la “Scala Modulare a Cubi” (di altezza standard 120cm, personalizzabile su richiesta), la quale avrà la doppia funzione di garantire un comodo accesso al letto e di fungere da libreria o da contenitore/cassettiera.
rising_down1La massima potenzialità del Letto a Soppalco Rising si esprime quando si progetta un soppalco “da parete a parete”.
In tal caso, le colonne risultano rasenti i muri e non ostacolano lo spazio sottostante.
Solo il Letto a Soppalco Rising – esclusiva Cinius – è in grado di trasformare una stanza dalla notte al giorno!

  • In legno massello di faggio lamellare
  • Regolabile in altezza elettricamente
  • Disponibile su misura
  • Materie prime pregiate
  • Disponibile in legno grezzo o in varie colorazioni
  • Trattamento con oli impregnanti naturali atossici.

Trovate questa bella soluzione abitativa e tanti altri spunti presso l’esposizione del negozio Cinus di Via A. Righi, 13/b – Bologna (Tel 051-228348).
Orari: da Lunedi a Giovedi: 10:00 – 13:30, 15:30 – 19:30; Venerdi e Sabato: 10:00 – 14:00, 15:00 – 19:30. www.cinius.com

 

A Bologna tra pochi giorni la 4^ Conferenza Nazionale Passivhaus

Postato il Aggiornato il

testata_quarta_conferenza_passivhausUno stato dell’arte ed un approfondimento tecnico e scientifico in materia di edifici ad altissima efficienza energetica e di strategie sulle politiche ambientali in atto. 15 relatori, 23 aziende espositrici, oltre 600 iscritti.

Si terrà a Bologna il prossimo 19 Novembre la quarta edizione della Conferenza Nazionale Passivhaus organizzata e promossa dall’Istituto ZEPHIR Passivhaus Italia.

La Conferenza, alla cui organizzazione sta partecipando attivamente anche l’Associazione IG Passivhaus Emilia-Romagna, dopo Milano e Torino giunge a Bologna, nella prestigiosa cornice del CNR – Area della Ricerca del capoluogo regionale.

L’evento è patrocinato dal Passivhaus Institut di Darmstadt e riconosciuto valido per la formazione continua dei professionisti da parte di Architetti, Geometri, Ingegneri e Periti.

A far gli onori di casa il Direttore dell’Istituto Zephir – Passivhaus Italia, Dott. Phys. Francesco Nesi, unico certificatore italiano per lo standard Passivhaus, accompagnato da un gran numero di professionisti e operatori del settore, nazionali e internazionali, fra cui l’Ing. Giovanni Fini, docente universitario e già Dirigente del Comune di Bologna, l’imprenditore Ing. Alberto Sterza, inventore del progetto RoadTO2020, il Prof. Andrea Gasparella dell’Università di Bolzano e, non ultimo, Norbert Lantschner, Presidente ClimAbita Foundation nonché ideatore del protocollo CasaClima e profondo conoscitore delle tematiche ambientali e dell’efficienza energetica degli edifici.

Tema della Conferenza sarà uno sguardo a 360° sullo stato dell’arte in materia di edifici ad altissima efficienza energetica ed NZEB, con focus tematici su casi reali e best practices presenti in Italia ed Europa. Alle relazioni si accompagneranno diverse aziende leader del settore che, nell’area espositiva appositamente predisposta, daranno modo ai partecipanti di toccare con mano la qualità dei componenti e dei materiali che caratterizzano una Passivhaus.

La Conferenza, completamente gratuita ed aperta a tutti gli interessati, si approssima a raggiungere il tetto delle 600 presenze, risultato di assoluta rilevanza per quello che molti definiscono, probabilmente a torto, un settore di nicchia del comparto edile.

 

L’evento si svolgerà a Bologna il 19 novembre 2016 presso il C.N.R., Area della Ricerca.

Info: www.zephir.ph/index.php?id=conferenza_nazionale_passivhaus

 

L’ORGANIZZATORE

L’Istituto Zero Energy and Passivhaus Institute for Research, in sigla ZEPHIR, nasce a Pergine Valsugana (TN) nel 2011 prendendo origine da un gruppo di realtà attive da più di un decennio nel settore delle costruzioni a risparmio energetico. ZEPHIR, accreditato dal Passivhaus Institute di Darmstadt come unico partner di riferimento in Italia per Passivhaus, si pone come obiettivo primario la divulgazione scientifica del concetto Passivhaus in Italia e nei Paesi mediterranei conciliando lo standard mitteleuropeo con i climi caldi, nei quali diventa sempre più importante tener conto degli aspetti del raffrescamento passivo.