Natale è Sostenibile

di Silvano Ventura – direzione@viveresostenibile.net

Qualche consiglio per rendere più “sostenibile”, alla Terra e a noi stessi, la festa più sprecona e esagerata dell’anno.

Che ti piaccia o che lo detesti, il Natale è arrivato anche in questo bollente (almeno per il Pianeta) 2018.

Lo ammetto, per quanto mi riguarda il Natale mi ha stufato già da molto tempo. Sono fra quelli (e siamo in tanti), ai quali il Natale, così come è diventato, non piace. Credetemi non lo faccio per snobismo, non sono neanche un asociale triste e brontolone e di famiglie con le quali festeggiarlo ne ho addirittura due!

Chiedo perdono a coloro che la amano, ma personalmente, a un certo punto della mia vita, ho perso il senso di una festa che è diventata negli anni, sempre più ipocrita e sprecona. Televisione, addobbi, canzoni natalizie, Babbi Natale penzolanti da balconi illuminati da luminarie cinesi, file nei parcheggi degli ipermercati, tutto gioiosamente (o noiosamente), ci ricorda che il Natale è vicino ed è giunto il momento di spendere! Bene, faremo la nostra parte, ma almeno facciamola con attenzione: riducendo gli sprechi, evitando acquisti inutili e divertendoci in compagnia delle persone che davvero amiamo.

Ho pensato di condividere con voi qualche idea che mi è venuta per rendere più “amichevole” a me stesso e all’ambiente il periodo delle Feste.

 

Regali

Mi sono sempre chiesto perché mai fare regali alle persone che amo nei periodi “comandati”, come ad esempio compleanni, anniversari o, appunto, a Natale. Coloro che amo, sono al mio fianco ogni giorno e ogni giorno è il giorno giusto per donare loro qualcosa di bello. Non sarà difficile trovare il regalo da condividere. Magari un viaggio, o un giorno “a mollo” alle terme, o un ottimo vino da degustare insieme. O un concerto, o una serata a teatro… D’altro canto, perché preoccuparmi di fare un regalo a qualcuno (anche se si tratta di un “parente”) che non sento tutto l’anno e con il quale non condivido nulla della mia vita e lui nulla della sua con me? Comunque so che ci sono consuetudini dalle quali è quasi impossibile astenersi. Allora regaliamo qualcosa di utile, non futili chincaglierie che (quasi) subito intaseranno le discariche. Penso a un libro o a della buona musica. Scelto il regalo, incartiamolo con fantasia, cercando di usare materiali di recupero.

Addobbi
Rinunciamo a farli! Se proprio non possiamo rinunciare ad avere festoni e lampadine, non acquistiamone di nuovi, in casa abbiamo sicuramente tutto quello che serve per decorare. Se abbiamo un bambino, facciamolo insieme a lui. Si divertirà un mondo e noi più di lui! Se siamo davvero bravi, riusciremo a distoglierlo dal suo smartphone e questo sarà un bellissimo regalo di Natale per entrambi!

Albero
Meglio il Presepe. Se preferisci l’albero e hai la fortuna di avere un giardino, addobba uno di quelli fuori di casa. Se vivi in appartamento, puoi optare per un albero artificiale. Mi raccomando, che sia di materiale riciclabile e utilizzalo il più a lungo possibile.

Pranzi e Cenoni

Invece che ingozzarsi di qualsiasi cosa, iniziamo a fare scelte (anche coraggiose, dovendole poi giustificare ai parenti…) fin dal momento della spesa. Preferiamo per la salute nostra e dell’ambiente prodotti bio e, quando possibile, artigianali e a km 0. Ricordiamoci che la carne proveniente da allevamenti industriali ha un impatto ambientale enorme sul clima e sul consumo di risorse (suolo, acqua, energia). Se consumi pesce, opta per quello dei nostri mari, pesce azzurro a filiera corta.

Proviamo menù alternativi, o almeno eliminiamo qualche portata di carne o pesce a favore di piatti preparati a base di verdure. Avremo anche meno chili da perdere a gennaio!

Avanzi

Nulla si butta, tutto si trasforma! Sul web troverai decine di “tutorial”, per gestire meglio i tuoi avanzi di pranzi e cenoni.

Aggiungi un posto a tavola

Invitiamo un vicino di casa o un conoscente che sappiamo essere solo. Un modo per sentire davvero lo spirito di condivisione del Natale. Diamo un po’ del nostro tempo a qualche associazione. Facciamo una donazione a una ONG, privilegiamo gli acquisti del commercio equo e solidale.

Luminarie

Inutili, costose e energivore! Qualche candela colorata sarà senz’altro più affascinante e adatta a creare l’ambiente.

Acquisti e trasporti

Per fare gli acquisti, cerchiamo di muoverci meno possibile da soli con l’auto. Possiamo andare a fare acquisti in autobus, o muoverci insieme ad altri amici, utilizzando una sola auto. Comprando nei negozi del nostro quartiere e dagli agricoltori delle nostre campagne, sosteniamo e rivitalizziamo l’economia del nostro territorio.

 

Da tutta la redazione di Vivere Sostenibile, Buone Feste all’insegna della sostenibilità, del cambiamento, dell’innovazione negli stili di vita e del rispetto per l’ambiente.

Arrivederci a Febbraio.