Il significato profondo del Natale

Andare a trovare Sus a Helsingor per Natale era uno dei motivi per cui mi piaceva stare in Danimarca. Era come entrare in un mondo fatato dove si era fermato il tempo – Sus dedicava (e lo fanno tuttora tanti scandinavi!) almeno 1 mese per la preparazione del Natale…

Il risultato era un sogno: bastava passare davanti alla sua vecchia casina delle bambole per sentire il calore e la gioia anche se fuori faceva -4°… Giuro, era LA casina delle bambole… tetto bassissimo e pieno di finestrelle decorate con le tradizionali foglie di pino intrecciate e dai vetri antichi si intravedeva una miriade di candele e decorazioni. Quando poi entravi, un mondo fatto di profumi e calore ti inebriava…

Il tavolaccio in quercia era imbandito di torte, i ripiani della cucina erano pieni di dolci tipici appena sfornati su splendide alzatine. Il tutto decorato a festa e col calore del caminetto e della tradizionale stufa danese in ghisa. I profumi si rincorrevano: quello del gløgg – MOLTO meglio del nostro vin brulè (se venite a trovarci a Casa Nordica vi spiego la ricetta) con la sua miriade di spezie, dove l’arancio, la cannella e i chiodi di garofano inebriavano, seguito dal profumo dei biscotti allo zenzero e da tutte le altre leccornie.

Il cuore della casa era la bellissima corona dell’Avvento decorata con 4 candele. Si accendeva una candela in più ogni Domenica dell’Avvento e la sua fiamma scandiva un tempo lieto e tranquillo.

Sentivo che il significato vero del Natale era lì davanti a me. E i danesi lo sanno bene: il passare in un mondo incantato e senza fretta le domeniche dell’Avvento insieme alla famiglia e agli amici. E basta. Tv, cellulari e la tecnologia erano totalmente banditi, ma l’effetto era così magico e fuori dal tempo che non lo scorderò mai.

Memore di questi attimi indimenticabili abbiamo realizzato il Natale di Casa Nordica: recuperare vecchie tradizioni per ritrovare valori importanti come l’affetto, l’amicizia e la gioia di stare insieme. Tutto quello che troverete in negozio serve per stringere insieme la famiglia per rendere il Natale il giorno più bello dell’anno, proprio come succede al Nord.

Casa Nordica in questo periodo si trasforma e somiglia un po’ ai mercatini tirolesi, ma a due passi da casa!

Non abbiamo le stesse cose che ormai si trovano ovunque: cerchiamo sempre delle primizie dal Nord Europa,  come le corone dell’Avvento o la nostra famosa  candela dell’Avvento, dove bisogna bruciare 1 numero dal primo di Dicembre fino a Natale. Se ci si ricorda di accenderla ogni sera e non la si fa bruciare troppo si ottiene un sereno anno nuovo.

Le nostre decorazioni riscoprono l’unicità della manualità di sapienti artigiani che si sta perdendo – palle di vetro dipinte, decorazioni intagliate in legno, candele danesi fatte a mano, figure basculanti olandesi in ferro…

Per la gioia dei bambini abbiamo i carillon semoventi di tradizione tedesca. Per i grandi invece idee regalo che importiamo direttamente dalla Scandinavia per fare doni finalmente originali.

Non ci manca un’ampia gamma di essenze natalizie della Lampe Berger: profumi di qualità che permettono anche una vera purificazione. Accendere una lampada catalitica Berger cambia veramente l’aria di casa!

Troverete una calda atmosfera grazie alle stufe danesi sempre accese che scaldano e coccolano i clienti con il loro caldo morbido e piacevole, e potrete sedervi sulle comodissime sedute posturali Stressless: sono sicuro che non avete mai provato dei divani o poltrone cosi comodi, provare per credere!

 

Vi aspettiamo per condividere la nostra passione per il Natale.

 

Con affetto, Roberto e Charlotte di Casa Nordica