Il cambiamento come dono di salute e amore

Passo 1. Facciamo la spesa

A cura della Dott.ssa Silvia Petruzzelli, Naturopata, Operatore Shiatsu, Consulente e Divulgatore di Alimentazione Naturale – www.ilcibodellasalute.com

Percorso guidato per intraprendere un cambiamento verso la consapevolezza. Una guida per coloro che non sanno come organizzarsi in cucina, come gestire le tempistiche per le preparazioni e portarsi avanti con le stesse.

La salute è un diritto di tutti. Ma ricordiamo che non è solo un diritto ma anche un dovere! E tutti noi abbiamo il dovere di assumerci la responsabilità della nostra salute. Non esistono rimedi magici… se non il cambiamento!

Questo sarà un dono che potrete offrire a Voi stessi e ai Vostri cari.

Prepariamo la dispensa

Ciò che non dovrebbe mancare nella nostra dispensa sono:

  • Cereali non industrialmente raffinati. Se vogliamo utilizzare il pane (tanto amato da noi italiani) scegliamolo a lievitazione naturale, preparato con farine di grani antichi.
  • Legumi, che rallentano la velocità di assorbimento del glucosio, ci aiutano a tener basso il colesterolo. Qualche volta il pesce (al posto dei legumi), in quanto il grasso del pesce (acidi grassi omega 3) ha proprietà antinfiammatorie e antitumorali. Ottimo il nostro pesce azzurro.

Vediamo nello specifico ciò che ci serve per un’ideale prossima settimana.

Dove acquistare? Preferiamo cibi da agricoltura biologica. Quindi, potremo acquistare direttamente dai produttori (oppure tramite i G.A.S. ovvero gruppi di acquisto solidale) oppure nel negozi di alimenti biologici. Oppure anche on line (per chi proprio non ha tempo e possibilità di recarsi a fare la spesa).

Ecco la lista del secco.

  • Miso. E’ un fermentato della soia molto interessante per le sue proprietà probiotiche. Possiamo sceglierlo di riso o di orzo. L’importante è che non sia pastorizzato. E’ un fermentato della soia che ricorda il dado e si può utilizzare nella preparazione delle zuppe… Ma non solo! Questo magnifico ingrediente, arricchisce la flora batterica intestinale di lactobacilli, migliorando in tal modo l’assimilazione dei cibi e potenziando le difese contro le malattie intestinali. Quando viene utilizzato senza essere bollito, diventa una fonte importante di enzimi che stimolano la digestione di proteine, grassi e carboidrati.
  • Riso basmati integrale, ma anche semintegrale, nerone e integrale
  • Orzo perlato, Miglio decorticato e Quinoa (preferiamo quella italiana)
  • Fiocchi di avena integrali senza zuccheri aggiunti (NON CEREALI SOFFIATI!)
  • Malto di riso (verificate se vi conviene acquistare quello da 400 gr o da 900 gr)
  • Noci (preferibilmente con il guscio. Poi le sgusciate al momento con lo schiaccianoci)
  • Semi di girasole e di zucca decorticati
  • Grano saraceno decorticato in chicchi
  • Pasta di grano saraceno
  • Pane di grani antichi con pasta madre
  • Pasta di grani antichi (Senatore Cappelli, Timilia, ecc)
  • Farina di mais integrale e di ceci
  • Fagioli Azuki, ma anche rossi, cannellini, Lenticchie rosse decorticate
  • Funghi shiitake
  • Olio extra vergine d’oliva
  • Tamaridi soia o di altri legumi
  • Acidulato di riso e di umeboshi
  • Tahin
  • Alga kombu e wakame
  • Sale marino integrale fino (preferiamo quello di Sicilia)
  • Semi di sesamo (lo useremo anche per la preparazione del gomasio: sarebbe meglio non prenderlo già pronto. C’è il rischio che sia già ossidato. Quindi, ce lo prepareremo noi, acquistando suribachie surikogi)
  • Mandorle sgusciate (l’ideale sarebbe acquistarle direttamente da un produttore: in questo modo risparmiamo). Acquistiamole con la pellicina (quindi scgusciate), in modo tale che si possano conservare più a lungo e possiamo godere appieno delle loro proprietà antiossidanti
  • Succo di arancia e di mela senza zucchero
  • Agar agar in filamenti o in polvere
  • Pomodorini secchi, Capperi sotto sale, Olive denocciolate
  • Ceci già cotti
  • Senape (senza zucchero)
  • In polvere: curcuma, cannella, curry
  • Bevanda di avena
  • Tè kukicha(tè in rametti)
  • Farina di riso integrale e farina di grano saraceno(l’ideale sarebbe acquistare un mulino casalingo con macina a pietra e macinarsi la farina sempre fresca)
  • Polvere lievitante con cremor tartaro
  • Uvetta e Albicocche secche
  • Crema di nocciole 100% (solo nocciole!)

Vediamo ora il fresco:

Cipolle dorate, Aglio, Carote, Sedano, Zucca (meglio se varietà Hokkaido o mantovana o dedica), Cavolo cappuccio, Finocchi, Porri (ricordiamo di utilizzare anche la parte verde!), Limoni, Mele, Daikon, Broccoli, Zenzero fresco

Utili anche le erbe aromatiche come rosmarino, salvia, timo, ecc. Se non le avete in giardino o nei vasi, potete acquistarle anche secche nei negozi biologici.

A presto con il PASSO 2!