La Canapa

Marinadi Marina Giusti, naturopata

La canapa è una delle fonti alimentari più nutrienti del nostro pianeta, è uno dei pochi semi che contengono clorofilla. É un’ottima fonte naturale di proteine e grassi di origine vegetale, oltre che una fonte eccezionale di acidi grassi essenziali (Omega 3 e 6). Una volta sgusciata contiene il 35% di proteine, il 47% di grassi e il 12% di carboidrati.

Contiene amminoacidi completi in una forma facilmente digeribile. Il 65% delle proteine della canapa è costituito da edestina, una proteina globulare vegetale, l’altro 35% da albumina (due delle proteine più digeribili).

Ha un elevato contenuto di Vitamina E (3 volte più del lino). I semi di canapa sono ottimi anche per il cervello e per il fegato per via della lecitina.

Contengono l’acido grasso essenziale gamma-linolenico (GLA) che inibisce la formazione delle prostaglandine infiammatorie e riequilibra gli ormoni.

semi_di_canapaLa canapa è riequilibrante e adatta a tutte le costituzioni e in tutti i casi sia di ipossidazione che iperossidazione, con l’unica cautela che essendo un seme oleoso, potrebbe dare colite alle persone sensibili. Per alleviare il rischio “gonfiori”, che l’elevato contenuto in fibra potrebbe inizialmente apportare, converrà metterli a bagno prima di usarli. Nel supporto alimentare in patologie importanti (sclerosi multipla ad esempio) possono essere di grande sollievo. Infatti la scelta vegan senza glutine, si consiglia vivamente in tutte le malattie autoimmuni. Deve essere ovviamente ben strutturata, escludere i prodotti pronti confezionati e utilizzare quotidianamente cibi ad elevato potere antinfiammatorio: semi di canapa, curcuma, zenzero, qualche noce, tante mucillagini, della malva, dei semi di lino, dei semi di chia, ma anche un po’ di peperoncino, del cioccolato crudo e frutti di bosco. Ricordando che vince sempre su tutto, la varietà.

Anche quando la parola d’ordine è perdere peso, soprattutto per non gravare sulle articolazioni, riducendo lo stato infiammatorio del nervo ischiatico, l’uso regolare di semi di canapa alternati a olio di lino, noci, semi di zucca, e tanti estratti di verdure verdi, renderà tutto naturalmente semplice.

Meravigliosa anche come latte vegetale, per la sua ricchezza in acidi grassi omega 3 (contenuti sempre anche nei semi di lino, di chia, nella portulaca).

I suoi preziosi semi possono essere frullati per ottenere creme o bevande, o consumati in insalata. Non hanno bisogno di cottura e quindi sono più nutrienti.

Il dosaggio è di circa 50g al giorno per adulti ma anche molti di più per chi fa sport (circa 120g per gli atleti).

Annunci

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...