C’est l’amour…

Riflessione sul sentimento che (per fortuna) ancora fa muovere il mondo

di Silvano Ventura – direzione@viveresostenibile.net

Tutti noi vogliamo amare e vogliamo essere amati ed esistono tanti modi di amare e di essere amati e tanti modi di pensare e parlare di amore. Impossibile da spiegare o da analizzare, al contrario l’amore è il sentimento umano più adatto ad essere raccontato con la poesia. Anche con un solo verso, come questo di Neruda: “Voglio fare con te ciò che la primavera fa con i ciliegi”. engagement-1718244_960_720

Ben poco altro nella vita, può farci sentire in paradiso e un attimo dopo farci sprofondare negli abissi. Può riempirci di gioia e di luce le giornate, ma anche spezzarci il cuore. Eppure, dell’amore, non possiamo far senza. Tuttavia appare piuttosto ardua l’impresa di trovare là fuori qualcuno che si innamori di te, e te di lui/lei, apprezzandoti e desiderandoti per quello che sei e che conoscendoti, trovi più punti in comune e motivi di unione, che ottime ragioni per… salutarti più o meno amichevolmente!

Trovare “il vero amore” e magari tenercelo stretto, ci può apparire arduo quanto scoprire una nuova galassia guardando il cielo, a occhio nudo, in una notte d’estate. Ma non è impossibile!

Non credo che esistano ricette sicure per trovare l’amore, così come per allevare nel modo migliore i figli. Se mai fossero stati scritti due libri “risolutivi” su questi argomenti, sarebbero sempre in cima alle classifiche di vendita! Credo che però, come sempre, sensibilità e buon senso aiutino…

Ivano Fossati, in una delle più belle canzoni di amore che, a mio giudizio, siano state mai scritte, nella strofa iniziale cantava “La costruzione di un amore, spezza le vene delle mani, mescola il sangue col sudore, se te ne rimane…” Un’immagine dura e poetica insieme, che a me fa pensare, semplicemente, che, se abbiamo avuto la fortuna di incontrare una persona speciale, ora sta a noi; perché le relazioni richiedono impegno e responsabilità!

E se voi che leggete, state vivendo un amore, ricordatevi di quanto siete fortunati. Quanto sia “geniale e inaspettata” la vita nel farvi incontrare uno “sconosciuto”, con il/la quale avete stabilito un legame speciale, unico al mondo, come siete unici voi due, le vostre due anime che si sono incontrate e amate! 

Nella nostra vita dobbiamo affrontare da soli molte difficoltà e dolori, ma avere accanto il partner giusto ha un valore immenso; inestimabile. E allora dobbiamo essere grati, orgogliosi e felici, tenendo per mano il nostro tesoro, apprezzandolo e condividendo i sentieri della nostra vita.

Allora forse amare, significa impegnarsi a costruire insieme i nostri giorni, non da una posizione di “bisogno”, ma da quella della gratitudine e della volontà di fare felice il nostro partner, più di quanto lo siamo noi. Sarà meraviglioso scoprire che in questo gesto generoso del “dare” e del “darsi” incondizionatamente, sta la chiave per vivere “il vero amore”.

 

Buona lettura di Vivere Sostenibile di febbraio, dedicato all’amore di coppia.

 

Annunci