Anno nuovo, legame solido

di Catherine Ratajczak Guidi, educatore cinofilo

L’anno che sta cominciando è una buona opportunità per riflettere in tutta sincerità sul rapporto che ci lega al nostro cane. Un buon proposito per il 2020 potrebbe essere mantenere un buon livello di relazione ma anche, perché no, migliorarlo ulteriormente.

Nel quotidiano noi intratteniamo vari tipi di relazioni a livello personale cioè familiari, di amicizia, di amore, ma anche a livello professionale. Chiaramente ogni tipo di relazione ha le proprie caratteristiche, non ci si comporta allo stesso modo con un amico o con un collega. Con il cane siamo amici, nel senso che teoricamente condividiamo delle attività e delle passioni. Ma siamo anche una famiglia visto che siamo responsabili della sua educazione e del suo benessere, esattamente come lo siamo nei confronti di un bambino.

Quindi come facciamo a capire la qualità del rapporto che viviamo con lui? Occorre osservare il livello di serenità,  soddisfazione e felicità che dà ad entrambi. Apparteniamo a due specie diverse con caratteristiche diverse ma non impedisce di poter costruire una relazione profonda dove nessuno dei due nega se stesso e dove ci si viene semplicemente incontro, esattamente come in una relazione di coppia umana. Concretamente ognuno fa qualcosa che piace all’altro e poi si fanno delle cose che piacciono ad entrambi per divertirsi insieme.

 

A grandi linee il cane è interessato alle relazioni sociali con i suoi simili, alle uscite all’aria aperta in mezzo alla natura, al cibo, alla nostra compagnia. Quindi facciamoci le domande giuste. Il nostro amico trascorre molte ore da solo in casa? Ci accompagna spesso e volentieri in città a fare shopping o aperitivo? Lo allontaniamo regolarmente dai suoi simili mentre siamo in passeggiata? Deve subire la presenza di bambini invadenti senza protestare? Lo vestiamo come un bambolotto? Non fa mai una gita in mezzo alla natura? Se così è possiamo affermare che il cane si è completamente adeguato alle nostre necessità senza ricavarne nessun appagamento. Di conseguenza è difficile parlare di relazione equilibrata e di qualità.

 

Andare incontro alle esigenze etologiche del cane deve ovviamente essere appagante per noi e non rappresentare solo un peso. Ricordate il principio di venirsi incontro? Come in ogni relazione i pro e i contro devono essere più o meno equivalenti. Nel prossimo articolo vedremo cosa fare concretamente per rinforzare il legame con Fido.

 

A questo punto vi auguro un 2020 ricco di momenti intensi e soddisfacenti per entrambi!