Alchimia fa rima con Naturopatia

di Lina Lavarino, naturopata – iridologa – kinesiologa – riflessologa

L’alchimia, considerata come filosofia esoterica solo affine alla magia, in realtà è una antica saggezza ed un collegamento importante tra l’antica conoscenza della natura e il benessere olistico di cui si parla oggi.

Questi insegnamenti derivano da tre maestriche diedero ognuno un contributo importante nella storia e che, secondo me, oggi tracciano una linea guida per la moderna naturopatia. Ippocrate il saggio, Galeno il dott. House dei gladiatori e Paracelso il rivoluzionario.

Prima di capire chi sono questi 3 personaggi, cos’è l’alchimia? L’alchimia è l’arte della trasmutazione della materia.

Non la trasformazione che è un cambio di forma, bensì trasmutazione ovvero il cambiamento in qualcosa d’altro purificato ed evoluto, ma che ha mantenuto la propria essenza più vera.

Questo per gli alchimisti era un necessario percorso umano sia per la propria vita, sia per la propria salute fisica e spirituale, ma soprattutto per la vera guarigione.

Ma chi erano questi 3 personaggi?

Il saggio Ippocrate (460 a.C.) per la prima volta ha dato un carattere autonomo alla pratica medica liberandola dall’aspetto religioso e rituale.

Con Ippocrate nasce la semeiotica vincente ancora oggi, il suo metodo poneva l’attenzione sull’osservazione della persona nel suo complesso e nella considerazione di vari fattori come l’ambiente, l’alimentazione, il comportamento, il tipo di lavoro svolto e i traumi subiti.

Qualche centinaio di anni dopo vi presento il Dr. House dell’antichità…

Galeno il geniale patologo (130 d.C.). Era il medico della scuola dei gladiatori studioso instancabile, esperto di traumi e ferite da combattimento. Trascorre tutto la vita nella corte imperiale, conducendo esperimenti di anatomia e fisiologia. Galeno miscelava estemporaneamente sostanze naturali a concentrazioni opportune, adattandole al singolo malato. Il termine preparazioni galeniche viene ancora oggi utilizzato per indicare la preparazione di rimedi personalizzati direttamente dal farmacista.

Facciamo un salto ancora in avanti di 1000 anni…

Paracelso, un rivoluzionario medico di strada. Fu uno shock per la medicina europea del 1500.

Si discosta dalle pratiche dei suoi contemporanei, lui agiva non solo sul corpo fisico, ma su quella ragione interiore dove il “morbo” ha origine. La malattia evolve in un accumulo di impurità nel corpo che è necessario quindi separare dalla materia pura. Nei suoi rimedi spagirici egli separava le impurità dalla pianta per prenderne l’essenza più efficace e pura, seguendo le influenze della natura secondo gli astri e le stagioni, in armonia con l’universo.

Il perchè ho avvicinato questi tre maestri è nelle loro eccellenze.

Credo che il metodo di Ippocrate nell’osservare e contestualizzare la persona, la conoscenza anatomofisiologica di Galeno e la visione che Paracelso aveva della malattia come conflitto di corpo e spirito come anche i suoi studi sugli astri e la preparazione di rimedi purificati e ricchi di virtù, formino una triade perfetta di ciò che è necessario per il vero star bene secondo natura.

Questa per me è la vera naturopatia contemporanea.