IT.A.CÀ MIGRANTI E VIAGGIATORI

INAUGURA SABATO 19 GIUGNO A MARZABOTTO LA TAPPA BOLOGNESE DEL ‘TOUR’ DEL PRIMO GRANDE EVENTO ITALIANO DEDICATO AL TURISMO SOSTENIBILE

Parte la Tappa Bolognese: 19 e 20 GIUGNO, 25-26-27 GIUGNO, 2-3-4 LUGLIO, 9-10-11 LUGLIO, 17 e 18 LUGLIO, 23-24-25 LUGLIO e SETTEMBRE

IT.A.CÀ nasce proprio a Bologna ben 13 anni fa con l’obiettivo, tra gli altri, di contribuire attraverso proposte e azioni concrete, ad un ripensamento dell’intero settore turistico, orientato allo sviluppo sostenibile dei territori e al rispetto delle comunità ospitanti, e sempre più accessibile e inclusivo.

Vivere Sostenibile è media partner di IT.A.CÀ MIGRANTI E VIAGGIATORI – FESTIVAL DEL TURISMO RESPONSABILE
Festival Itaca 2021

Si parte con Marzabotto, sabato 19 e domenica 20 giugno, che accoglierà i viaggiatori con un itinerario che tocca la Valle del Reno (il sabato), alla scoperta delle comunità rurali  – culminante nella serata con lo spettacolo di musica e danza dell’Appennino bolognese – per arrivare ai percorsi nella sacralità di Monte Sole (la domenica), attraverso nuovi e antichi itinerari che si snodano tra storia e natura. La particolarità di questa mini-tappa è nella proposta ‘pacchetto completo’ che viene offerta ai viaggiatori, che in un momento di ripartenza del turismo come questa, offre un modo nuovo e altamente immersivo per apprezzare appieno il vero respiro dell’Appennino. Questa formula ‘all inclusive’ è stata abbracciata anche da altre realtà che l’hanno voluta proporre nell’ambito del festival: si tratta di un modo virtuoso di partecipare alla sostenibilità dell’esperienza di viaggio, dove non solo chi partecipa ha accesso ad una proposta unica ad un costo accessibile, ma viene anche premiato l’impegno di tutte le realtà che si mettono in gioco per portare il viaggiatore al centro dell’esperienza.

Durante l’itinerario verrà presentato il progetto “ARPA – Acque Reflue per l’Agricoltura”, finanziato da Regione Emilia Romagna e realizzato da WeWorld-GVC in partnership con Associazione Yoda e Consiglio di Villaggio di Beit Dajan (Nablus – Palestina). Verranno illustrati i vantaggi dell’utilizzo di acque reflue trattate per fini agricoli, per garantire la sicurezza alimentare di popolazioni vulnerabili e per supportare gli agricoltori nell’accesso all’acqua e nella gestione delle risorse idriche.

Il secondo appuntamento con la Tappa bolognese si svolge in città l’ultimo weekend di giugno: il 25 giugno presso Quartieri Savena/San Lazzaro, il 26 presso Quartieri Santo Stefano/Porto/ Saragozza e il 27 giugno presso Quartieri Porto/Saragozza/Pilastro/Zona Roveri.

Vivere Sostenibile è media partner di IT.A.CÀ MIGRANTI E VIAGGIATORI – FESTIVAL DEL TURISMO RESPONSABILE
Festival Itaca Bologna

Venerdì 25 giugno un percorso in bici che parte dalla Velostazione Dynamo attraverso i quartieri e le zone rurali, porterà i partecipanti all’installazione/performance ‘human specific’ di Alessandro Brighetti insieme ai performer Sara Giordani e Alessandro Tampieri di MetROzero IL RESPIRO DELLA TERRA: The QI Sublimation White Mandala, pensata per ridefinire il nostro senso di comunità attraverso l’arte e…il respiro.

Sabato 26 giugno, si parte con una presa di consapevolezza del proprio corpo e del proprio respiro, attraverso la meditazione guidata di Beatrice di Pisa, presso uno dei parchi più belli della città di Bologna, i Giardini Margherita. Nel pomeriggio, un percorso a piedi di pochi km nella zona di Porta Saragozza porterà i partecipanti alla scoperta dei luoghi più nascosti di una strada storica che conduce alla basilica di San Luca, dove sono nate comunità da aree verdi e spazi ortivi. Qui, ad esempio, sarà possibile visitare, oltre agli orti presenti, anche il Parco della Villa del Meloncello aperto in esclusiva per il Festival, dove si terrà l’Esperienza Apistico-Sensoriale insieme agli apilcoltori Zeid Nabulsi e Daniele Alberoni. La serata termina con un aperitivo con le erbe dell’orto sociale e miele delle api dei nostri apicoltori, e un’esibizione di teatro danza dell’India del Sud ‘Il dolcissimo dio dalla chioma di api’.

Domenica 27 giugno si parte da Piazza San Francesco, con un ‘laboratorio di fotografia in cammino’ tenuto da Giovanna Fiorentini e Beatrice Di Pisa: un percorso di riscoperta del presente, catturato dagli occhi e dal nostro respiro, in divenire. Nel pomeriggio, anche per questa tappa IT.A.CÀ ha pensato ai quartieri, zone popolari e industriali, talvolta all’apparenza abbandonate ma generatrici di vita e dove i vuoti tra gli edifici producono spazi di incontro tra le persone: ed è su questa base che nasce il laboratorio dell’artista Guy Lydster che presenterà la sua nuova installazione,Freedom Bird. Infine, dopo la performance della compagnia teatrale LegÀmi,un granfinale con la musica della cantante Mara Redeghieri – ai più conosciuta come vocalist degli Ustmamò (band prodotta da Giovanni Lindo Ferretti), da qualche anno tornata al pop dopo vari progetti di studio sui canti del crinale appenninico emiliano e sulle canzoni di lotta e resistenza della tradizione popolare.

Il programma completo (incluso dettagli sugli eventi, modalità di partecipazione, costi ecc.) è consultabile qui: https://www.festivalitaca.net/portfolio-articoli/it-a-ca-bologna-2/

Il programma di settembre è in divenire e sarà pubblicato sul sito del festivalwww.festivalitaca.net

Tutti gli eventi si tengono nel pieno rispetto delle norme anti-Covid19.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...